IKEA: Valerio Di Bussolo VS Giovanardi

IKEA: Valerio Di Bussolo VS GiovanardiSiamo aperti a tutte le famiglie, mafiose.

Nel suo recente sfogo pasquale, il sottosegretario alla Famiglia Carlo Giovanardi ha accusato l’ultima campagna pubblicitaria Ikea, di essere incostituzionale. La pubblicità ritrae l’immagine di due uomini che si tengono per mano, con in alto lo slogan “Siamo aperti a tutte le famiglie”. Intervenendo nel programma “KlausCondicio”, il sottosegretario ha dichiarato: «Contrasta a gamba tesa contro la nostra Costituzione, offensivo, di cattivo gusto. L’Ikea è libera di rivolgersi a chi vuole e di rivolgere i propri messaggi a chi ritiene opportuno. Ma quel termine “famiglie” è in aperto contrasto con la nostra legge fondamentale che dice che la famiglia è una società naturale fondata sul matrimonio, in polemica contro la famiglia tradizionale, datata e retrograda». In un delirio di persecuzione, ha proseguito: «[…] ma a noi piacerebbe una campagna pubblicitaria che dicesse “siamo aperti all’intera comunità”, nel senso che i clienti di una multinazionale sono uomini, donne, anziani, giovani, senza preclusioni di nessun tipo. Ma diverso è attaccare la Costituzione italiana con tale violenza». Giovanardi ha poi giudicato «grave e di cattivo gusto che una multinazionale svedese, a cui il nostro Paese sta dando tanto in termini di disponibilità e che sta aprendo centri commerciali a manetta, venga in Italia e dica agli italiani cosa devono pensare polemizzando contro la loro Costituzione».

Il colosso svedese non ha tardato nel replicare, attraverso il suo responsabile delle relazioni esteriori Valerio Di Bussolo, che ha dichiarato: «L’Ikea non offende la Costituzione e non è contro la famiglia citata dall’articolo 29».Interpellato dall’ANSA, Di Bussolo ha sottolineato che «la Costituzione stabilisce qual è l’oggetto dei diritti, ossia quella fondata sul matrimonio, ma non definisce la famiglia tout court. Quella citata dall’articolo 29, che riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio, è una delle famiglie».

Giovanardi si dimentica forse la situazione familiare del Grande Capo e presidente del suo partito politico, noto ormai a livello mondiale per gli sporcellamenti del rituale “BungaBunga” nel famoso casino Hard core (Arcore) e lasciato dalla moglie perché “malato nel cervello”. Come ha giustamente dichiarato Franco Grillini dell’Italia dei Valori: «L’ineffabile sottosegretario alla famiglia del governo del Bunga Bunga, Carlo Giovanardi, ci rifila la sua filosofia moraleggiante il giorno prima di Pasqua».

Chissà se stesse pensando alla famiglia anche quando stava fra le cosce di Carmen Russo. Giovanardi evidentemente non conosce la Costituzione che, all’articolo 11, sancisce chiaramente: «l’Italia ripudia la guerra». La guerra, per esempio, nella quale si è imbarcata recentemente l’Italia andando in Libia.

Advertisements

About startmakingasense

Fughe della Realtà - Notizie e Informazioni sul lato oscuro di: politica, economia, ecologia, esoterimo, medicina e tecnologia. Blog di Informazione attiva: segnalaci cio' che non viene detto.
This entry was posted in Politica and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s